Le centraline motore: funzionamento, produttori e tipologie

tempo di lettura: 2/3 minuti

La ECU (Engine Control Unit), più specificamente ECM (Engine Control Module), PCM (Powertrain Control Module) è la centralina elettronica di gestione del motore.

INPUT E OUTPUT

La centralina motore determina la quantità corretta di combustibile da iniettare per formare una miscela in grado di bruciare completamente e nel modo migliore possibile. Per fare ciò, riceve dei messaggi (input) da numerosi sensori, oltre che dalla rete CAN che filtra ulteriori informazioni e li invia al microprocessore della centralina.
La ECU poi elabora questi messaggi attraverso dei calcoli elaborati e inoltra messaggi ed informazioni (output) a diverse parti del veicolo.

I PRODUTTORI di centraline elettroniche

Esistono diverse aziende che producono centraline elettroniche.
Le più diffuse sono dei marchi BOSCH, Siemens Continental, Magneti Marelli (da poco diventata Marelli), Delphi, Visteon, ma troviamo anche Mitsubishi, Valeo, Lucas, Sagem, Hitachi e altri ancora.

Eeprom, flash e tipi di microprocessore

Tra i componenti essenziali di ogni centralina, troviamo una memoria eeprom, che contiene i dati del veicolo, come la codifica, i km, codice iniettori.
Il microprocessore è il cervello della centralina e sovrintende a tutte le sue funzioni. I più comuni sono gli ST10, MPC566 Motorola (che si trova ad esempio delle Bosch EDC16), ed Infineon Tricore per le centraline di ultima generazione come le nuove Siemens SID e Bosch EDC17.
Nella memoria flash invece, sono contenute le mappe ed i comandi della centralina.
Nelle centraline recenti, tutti i dati del veicolo oltre che le mappe, sono contenuti all’interno del microprocessore.
Esistono poi delle centraline che dispongono di una memoria esterna aggiuntiva oltre a quella interna al microprocessore.

La lettura e le zone mappe

Per effettuare una rimappatura quindi, si deve intervenire modificando soltanto la zona mappe.
Dopo la lettura che viene effettuata tramite gli appositi programmi - v. articolo 2 - ed in diverse modalità, si provvede a visualizzare questa zona e a modificarne le mappe con i software specifici.
La gran parte delle centraline viene letta in modalità seriale, ovvero attraverso presa diagnosi ed eobd, in Can oppure K-line.
Poi vi è la lettura bench, che avviene collegandosi ai pin out della centralina senza la necessità di aprirla; in boot, vale a dire in modalità programmazione centralina tramite fili o pettini all’interno della centralina, bdm per alcuni tipi di centralina con microprocessore Motorola MPC55X attraverso uno schedino o saldando i fili, e Jtag che viene utilizzato maggiormente per i veicoli con centraline di produzione giapponese e alcuni motori multijet.

Normalmente gli strumenti di lettura hanno una guida che permette di conoscere con quale modalità è possibile leggere le varie centraline.

Approfondiremo questo argomento nel prossimo articolo e vi forniremo video dimostrativi.


Commenta e condividi l'articolo se ti è piaciuto.

Per noi è molto importante, grazie di cuore se lo farai.